Approfodimenti

PATTO DELLE DONNE PER IL CLIMA E L’AMBIENTE

Da giovedì 30 novembre a martedì 12 dicembre 2023 si tiene a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la 28ª COP alla quale parteciperanno tutti i paesi membri della Convenzione sul Clima.

Dalla protesta alla proposta #openFuture #openwomen #ilfuturoedichilofa

 

Tra gli obiettivi principali che saranno discussi: ridefinire nuove politiche ambientali, lavorare per un’eliminazione dei combustibili fossili, favorire la mitigazione dei cambiamenti climatici, aumentare il lavoro per lo sviluppo dell’energia rinnovabile.

Il presidente della COP 28 sarà il Sultano Ahmed Al Jaber, Ceo dell’azienda petrolifera di Stato emiratina, al quale rivolgiamo il nostro appello consapevoli insieme ai movimenti per la giustizia climatica della scarsa fiducia nei processi negoziali che da un quarto di secolo l’Onu porta avanti.

Come Stati generali delle Donne abbiamo partecipato ai lavori della Cop 26 nei lavori preparatori di Milano e poi a Glasgow.

Nonostante la pressione popolare e le alte aspettative, il vertice si chiuse senza enormi successi e la svolta attesa non arrivò.

Nel 2022 la Cop si spostò a Sharm el-Sheikh, in Egitto, Paese dittatoriale e legato al business dei combustibili fossili e in quei giorni lo slogan fu «Non c’è giustizia climatica senza democrazia».

Ora siamo di fronte ad un bivio.

Il programma completo degli SGdD al link Patto delle Donne per Clima e Ambiente Cop 28

Per info: Isa Maggi – Coordinatrice Nazionale Stati Generali delle Donne

Ufficio Stampa e Comunicazione Maria Lippiello, Comitato Scientifico Stati Generali delle Donne

 

Previous post

La Prof.ssa Giuliana Zoppoli al "WE Award – Woman Excellence": 30 novembre ore 11:00

Next post

This is the most recent story.

The Author

info@alleanzadelledonne.it

info@alleanzadelledonne.it

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *